«

»

lug 14

Cronache dal dinfo

Sono quasi le 3 di notte… in preda all’insonnia per qualche stranissimo motivo mi è venuto in mente un post che ho scritto due anni fa in un forum per descrivere una mattinata persa per le segreterie del dinfo, lo riscrivo qui, sono cose che vanno condivise, se non altro perchè sono divertenti.

E quelli di voi che frequentano quel lugubre posto si renderanno conto che in due anni non è cambiato nulla a parte il colore della facciata che da grigio sporco e passato a grigio

per comodità ( mia fondamentalmente) sostituirò il nome del professore con $simpaticone

Lunedì 22 Settembre 2008

Mi alzo di buon ora (o quasi) e decido di andare al Dinfo a caccia di informazioni
visto che col sito down siamo tornati al medioevo.
Vado al terzo piano e busso alla segreteria, nessuna risposta.
Busso di nuovo, ancora nessuna risposta.
Decido che è il caso di intrufolarmi e aspetto il primo che entra per andargli dietro
Arriva un tipo che porta dei pacchi e gli vado dietro, lui mi guarda e mi fa:
“Ha un appuntamento con un professore?”
“Veramente no”
“Allora mi dispiace ma ci è stato detto di non far entrare nessuno”
“…è perche l’anno scorso vi hanno fregato la macchinetta del caffe?”
sguardo gelido e nessuna risposta.
Rispondo con un sorriso ebete allo sguardo gelido e indietreggio facendo chiudere la porta.
Aspetto il prossimo passaggio…
Stavolta entra uno che sembra un collega e gli vado dietro ,stavolta niente proteste
trovo un cartello con la scritta “NON BUSSARE” nella prima porta a destra e sono tentato di bussare anche se non mi interessa quella porta…
ma poi vado dritto verso l’ufficio del $simpaticone e busso li

nessuna risposta

continuo dritto verso la porta centrale alla fine del corridoio
la porta è aperta e c’è un tipo che sembra star prenotando a un agriturismo via telefono
entro e non mi degna di uno sguardo, lo saluto e non mi risponde
decido di aspettare che finisca la telefonata continuando a fissarlo
finisce la chiamata e gli chiedo:
“Stavo cercando $simpaticone o un suo assistente a caso”
“non c’è nessuno”
“Mi scusi…ma quando riceve $simpaticone?”
“Quando vuole Dio”
al che decido che non mi resta che andarmene.
Nella strada del ritorno si mette pure a piovere

Share Button

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>